venerdì 12 gennaio 2007

Se fossi Dio...




"Caso è lo pseudonimo di Dio quando non vuole firmare" Anatole France

Ogni religione ha il suo Dio, c'è chi ne ha più d'uno, c'è chi pensa che in fondo Dio sia unico e che se si chiama Allah, Brahman (l'Essere Supremo induista), Amaterashu (dea del sole per i shintoisti), Izanami (dea cretrice shintoista) poco importa.

"Dio" non si può vedere, per altri non si può rappresentare nè si può sussurrare il suo nome. Dio non si può sentire ma c'è (ammesso che ci credi) ed è molto potente ... o meglio onnipotente! Per alcuni è misericordioso e non s'arrabbia mai, per altri è suscettibile e per questo è opportuno ingraziarselo con dei sacrifici.
I credenti (di qualsiasi religione) nel mondo su 6 miliardi e 300 milioni di abitanti sono circa 4 miliardi e mezzo e per tutti questi "Dio o dei" hanno creato noi, la terra e l'universo ...

se tu fossi in "lui" per un giorno cosa avresti creato di diverso?
if you will be "him" fon one day, what would you create different?

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Farei come ha fatto Jim Carrey nel film "Una settimana da Dio"...innanzitutto mi toglierei qualche sassolino dalla scarpa e poi farei tutto quello che ho sempre sognato togliendomi tutti gli sfizi che nella vita reale sarebbe impossibile, o perlomeno molto difficile, togliermi!!!

Anonimo ha detto...

Sarei "il padre" della trinità e stasera andrei a bermi una birra con il figlio e lo spirito santo!

polpet ha detto...

probabilmente non sarei qui a mettere commenti

B a N g i U . . . ha detto...

...and what if God was one of us... just a stranger on the bus trying to make his way home...

Anonimo ha detto...

ma... non lo sono già?!