venerdì 8 dicembre 2006

Se fossi Homer Simpson…

“Genio e follia hanno qualcosa in comune: entrambi vivono in un mondo diverso da quello che esiste per gli altri.” Arthur Schopenhauer

Homer Jay Simpson è a tutti gli effetti un baby boomer, cioè il figlio di quell’entusiasmo economico e sociale che venne dopo la fine della Seconda guerra mondiale e la ricostruzione. L’orizzonte culturale di Homer, così concentrato com’è sulle birre Duff e sulle ciambelle, non ha a che vedere col passato, ma con ciò che gli capita e gli è capitato personalmente.
Pigro, irritabile, affamato e coraggioso, Homer Simpson, 38 anni, peso tra i 100 e 130 Kg, ispettore alla sicurezza nel settore 7G presso la centrale nucleare di Springfield, non si tira mai indietro davanti a niente ed è proprio questo che lo rende…Homer! Un po’ stupido e un po’ genio, un po’ saggio e un po’ pazzo, un personaggio che parla col suo cervello e anche nelle difficoltà trova sempre una soluzione originale: “Hai fatto del tuo meglio e hai fallito. La lezione è: non provare mai.”
Un uomo il cui passatempo preferito è poltrire in qualsiasi posto, dal divano, all’amaca arrivando fino al posto di lavoro. Ghiotto dei cibi più grassi e saporiti, Homer passa la maggior parte del suo tempo a tracannare birra e farsi trascinare in situazioni demenziali.Nella sua vita, infatti, è finito in un ospedale psichiatrico, è andato nello spazio per conto della NASA, è diventato il leader di una setta, è stato vicino di casa prima di Gorge Bush e poi di Gerald Ford, è stato l'ignaro complice di un super terrorista, ha distillato alcolici durante il breve periodo proibizionista di Springfield, è diventato una spia per il governo degli Stati Uniti, la guardia del corpo del sindaco e perfino consulente e assistente di diverse star hollywoodiane (tra cui Kim Basinger, Alec Baldwin e Mel Gibson).

E se un giorno potessi anche tu essere Homer Simpson?
If one day you will be Homer Simpson
?

18 commenti:

Anonimo ha detto...

Homer rappresenta il mancato successo, il basso e gretto essere umano che non ha saputo trovare di meglio da fare che lavorare per un vecchio e avaro monopolista, in una centrale inquinante! e uno dovrebbe voler essere homer simpson? io spero che il futuro mi riservi qualcosa di meglio. In giappone si sta espandendo a vista d'occhio una nuova specie di "setta", i partecipanti sono giovani insicuri del proprio futuro in un mondo che non lascia tregua, lavoro precario, bisogno di soldi dettato dalla società moderna, sono i fattori che spingono i giovani giapponesi HIKIKOMORI al suicidio.

Anonimo ha detto...

quindi propongo se fossi un HIKIKOMORI?

charlie ha detto...

Ehi, dohh....DOh!
:-)

Anonimo ha detto...

De hi he!!! Homer è un grande!
Lasciando stare la scarsa cultura e il suo stile di vita credo che le sue avventure abbiamo coinvolto tantissima gente e almeno una volta tutti avrebbero voluto essere Homer! È troppo Rock! In fondo penso ci sia un pò di Homer Simpson in ognuno di noi...

enjoy ha detto...

Sarebbe fantastico essere Homer Simpson almeno per un giorno! Uno dei migliori, troppo fuori di testa!!! Ciambelle...aaaahhhh

Anonimo ha detto...

Interessante questa storia del fenomeno HIKIKOMORI...per maggiori info andate su:
http://www.stradanove.net/news/testi/novita-00b/nyuk0711000.html
Comunque se uno fosse Homer Simpson non andrebbe mai incontro a questa specie di "malattia"... Homer anche nel male trova sempre una soluzione (più o meno intelligente che sia...)!

Anonimo ha detto...

Se fossi Homer Simpson...sarei da Boe a bere una birra...

Giancarlo ha detto...

Ciao..proprio un bel blog..veramente interessante come tema...
vi ho appena messo il link sul nostro sito http://infomale.splinder.com
passerò altre volte con più calma..
bye bye e buon lavoro..

Anonimo ha detto...

Di sicuro non sarebbe il massimo come vita di tutti i giorni...forse per un giorno ci si potrebbe divertire...sopratutto nel strangolare Bart

Anonimo ha detto...

Io mi mangerei una ciambella, ma di quelle rosa con la granella sopra. non quelle al cioccolato...quelle sono per lenny!
...DOH!!
l'ho mangiata!

jeznajeg ha detto...

Avrei una responsabilità enorme, della quale ne va la sicurezza mondiale e l' esistenza stessa della terra! devo impedire la fusione del nocciolo... Dooh ormai... fuso...

Anonimo ha detto...

vorrei avere un padre cm homer.... solo x farmi dare i soldi quando è sbronzo(sempre)..

Anonimo ha detto...

pur avendo 38 anni homer rimane sempre un bambino... la sua stupidità è divertente... è il personaggio dei simpson che subisce sempre e comunque...

Anonimo ha detto...

homer diciamo che e il tipico padre americano....ma se un giorno mi trovassi nei suoi panni diciamo che nn mi farebbe molto piacere essere grasso e stare tutto il giorno a guardare tv e a mangiare...

ge ts ha detto...

oggi è iniziato "AMERICAN DAD" è troppo simile ai griffin e ai simpson... ma anche loro sono una "tipica" famiglia americana

gianna ha detto...

ho visto ameerican dad perchè per sbaglio mi trovavo davanti al televisore in quel momento...
non mi convince...
forse ho beccato la puntata sbagliata, magari quella in cui i creativi e i disegnatori erano in sciopero...altrimenti non mi giustifico la mascella informe del padre!

Anonimo ha detto...

Carino American Dad...stereotipi su stereotipi però...Ma i Simpson e i Griffin non li batte nessuno!

Anonimo ha detto...

MI MANGEREI UNA SUPER SUPER SUPER CIAMBELLA !